SCRITTURE 6 nuove voci della drammaturgia Italiana

11/05 - 19/05

Una produzione Teatro di Roma – Teatro Nazionale
In collaborazione con Fivizzano27 e Carrozzerie|n.o.t

SCRITTURE
6 nuove voci della drammaturgia Italiana
Ideazione Artistica Lucia Calamaro
Consulente alla drammaturgia Graziano Graziani

Marco CECCOTTI  Mariagiulia COLACE Mariasilvia GRECO
Luca OLDANI  Costanza PANNACCI Sara PARZIANI

con (ordine alfabetico): Francesco Aiello | Giordano Domenico Agrusta | Carolina Balucani |  Emilia Brandi | Luca Di Capua | Mariagiulia Colace | Alessandro Cosentini | Mariasilvia Greco | Luca Oldani | Simona Oppedisano | Sara Parziani |  Alessandro Pezzali | Emilia Verginelli

 

TEATRO INDIA – SALA B
Sabato 11 Domenica 12 Maggio- Orario 18:30 e 20:30
Giovedi 16 Venerdi 17 Sabato 18 Domenica 19 maggio – Orario 18:30 e 20:30
Teatro India – Lungotevere Vittorio Gassman 1

Calendario

Sabato 11  Maggio
h 18:30 Luca Oldani  | h 20:30 Marco Ceccotti

Domenica 12 Maggio
h 18:30 – Marco Ceccotti | h  20:30 – Luca Oldani

Giovedi 16 Maggio  
h 18:30 Maria Giulia Colace | h 20:30 Pannacci

Venerdi 17 Maggio
h 18:30 Pannacci | h 20:30 Maria Giulia Colace

Sabato 18 Maggio
h 18:30  Sara Parziani | h 20:30 Mariasilvia Greco

Domenica 19 Maggio
h 18:30  Mariasilvia Greco | h 20:30 Sara Parziani

TEATRO INDIA  – Teatrodiroma.net  
Lungotevere Vittorio Gassman
Biglietteria aperta un’ora prima dello spettacolo
Il bar del Teatro india sarà aperto dalle ore 18.00
Tel 06 87752210
Vendita anche al Teatro Argentina

Ufficio promozione .  promozione@teatrodiroma.net

Biglietti 5 euro (biglietto singolo a progetto Scritture)

Presentando il tkt Scritture presso il bar del Teatro India si ha diritto al pacchetto food + drink a 7€

http://www.teatrodiroma.net/doc/6366/scritture/

 

‘Siamo convinti che anche in quest’epoca che ci scappa tra le mani, ci sia un gran bisogno di parole. Parole buone a dire la vita, meglio di quanto si riesca normalmente a capirla. Speriamo davvero che qui, ne troverete alcune.’

Lucia Calamaro

Lucia Calamaro —regista e drammaturga— da anni progetta e realizza percorsi di formazione, che possano essere innesco di temi, capacità, potenzialità e urgenze di giovani autori/attori. In collaborazione con le realtà di Fivizzano27 e Carrozzerie | n.o.t., Scritture nasce per dare spazio a idee e risonanza alle voci di una nuova drammaturgia italiana, creando contemporaneamente una rete di scambio in grado di produrre progetti artistici inediti.

Con queste premesse si inaugura a Teatro di Roma il primo vivaio di Scritture —tutto italiano quanto a linguaggi e pratiche— che vede sei giovani autori affrontare i temi dell’autobiografia, della famiglia, della crescita. Motivi propulsori di drammaturgie non personalistiche, ma dallo slancio e dall’obiettivo universale. Un progetto assolutamente inedito per Teatro di Roma, che vedrà alternarsi in scena l’esplorazione – come primo studio, spettacolo o mise en espace – di dispositivi linguistici, registri e forme differenti.

Nel mese di aprile a Teatro India,  Lucia Calamaro e Graziano Graziani accompagnano, con un campus artistico, l’ultima fase delle scritture e dei processi di allestimento di ogni lavoro; per restituirli in forma compiuta nella rassegna risultante di sei giorni.  Ogni serata presenterà due lavori, così da comporre una “piccola epica drammaturgica per variazioni”, e contemporaneamente permettere a ogni autore di sperimentare la propria elaborazione nell’arco di due repliche.

programma

11 maggio ore 18.30 e 12 maggio ore 20.30

Luca Oldani
LA VITA SOTTO AI PIEDI
appunti scenici per qualche domanda sull’amicizia   

Con                  Luca Oldani
Con la partecipazione audio di:
Dottor Paolo Malacarne, Responsabile del reparto di Rianimazione dell’ospedale di Pisa.
Dottor Ugo Faraguna, professore e ricercatore di Fisiologia all’Università di Pisa. 
Dottor Francesco Tani, Medico in un centro di Riabilitazione neurologica di Sarzana.

Siamo qui. Poi davanti a un portone forse, e ci salutiamo. Andiamo a sederci accanto a un letto e siamo a rianimazione, nella stanza 780.01 di un ospedale. C’è un ragazzo, un attore, ha  27 anni. Un ragazzo, un attore, che è mio amico e sta morendo. O meglio: è in coma. Perché sia lì e come ci sia arrivato questo non è dato saperlo. C’entra il teatro. Pare. Forse. Non si sa bene. Sicuramente questa informazione è meno importante di quello che c’è da sapere.Che poi, c’è qualcosa da sapere? E da capire? E se sì, cosa? E come faccio io ad arrivarci?Un insieme di appunti scenici, di domande, di motori che raccontano questa storia di amicizia, di coma, di morte.

 

11 maggio ore 20.30 e 12 maggio ore 18.30

Marco Ceccotti   
QUESTA SPLENDIDA NON BELLIGERANZA  
Una storia così, poi così e infine così
Con                 Giordano Domenico Agrusta , Luca Di Capua, Simona Oppedisano

Un padre, pacifista emotivo, si guadagna da vivere decorando sanitari per dittatori lontani, per lo più abbastanza sanguinari.
Una madre, ironizzatrice cronica, cerca la felicità nei libri horror.
Un figlio, ossessionato dalla morte, racconta finali di libri e di film a persone che sono agli sgoccioli, e non avranno il tempo di saperli.
Un sequestro.
Un chi se l’aspettava.

16 maggio ore 18.30 e 17 maggio ore 20.30

Mariagiulia Colace
ANCHE I CORI RUSSI MI CONSOLANO  
Ode a un padre militante
Con              Alessandro Cosentini, Mariagiulia Colace, Mariasilvia Greco

Un uomo passa il suo tempo seduto a una scrivania: vuole servire. Servire a qualcosa. Firma petizioni, sogna la Camera, il Campidoglio. Ascolta Maria Callas e i Cori dell’armata Russa; perché sì, anche i cori russi lo consolano. Sogna un ruolo che sia di esempio ai cittadini, ai capi di stato, ai condomini, a sua figlia, e all’altra sua figlia. Non gli resta molto tempo, eppure gli basterebbero un paio d’ore per cambiare il mondo.

 

16 maggio ore 20.30 e 17 maggio ore 18.30 

Costanza Pannacci
IL MONDO CIECO   
Indagine su un gruppo di genitori scomparsi sotto gli occhi dei figli assenti.
Con Carolina Balucani, Alessandro Pezzali, Emilia Verginelli

Nel mondo cieco, Carlotta, rievoca un passato infantile fatto di solitudine e assenze. Mentre si interroga su cosa le impedisce di progredire nel presente si imbatte nei Duchi del Lussemburgo, due figure immaginarie che dichiarano di abitare la casa da quando è nata e di aver osservato e assistito a tutti gli eventi come due testimoni silenziosi. I Duchi accompagnano il percorso di rievocazioni e deduzioni di Carlotta, a volte ostacolandolo e altre favorendolo, fino a indicare una possibile via di uscita per lasciarsi la casa e il passato alle spalle.

 

18 maggio ore 18.30 e 19 maggio ore 20.30

Sara Parziani
CENTIMETRI, LINEE, CURVE E ALTRE FANTASTICHERIE
Con              Sara Parziani
Si ringrazia  Tiziana Francesca Vaccaro

Una bambina che fin da piccola porta con sé delle problematiche fisiche che con il tempo spariscono, cambiano, si ripresentano. In una lotta interiore tra il volere essere come gli altri e il diventare se stessa, cresce e si confronta con un’idea di differenza che ci rende, in qualche modo, tutti uguali. Questa è la storia di una bambina e del suo mondo esteriore popolato da genitori, medici, insegnanti e del suo mondo interiore popolato da personaggi fantastici.

 

18 maggio 2019 ore 20.30 e 19 maggio ore 18.30

Mariasilvia Greco
AMO I PARAGRAFI CORTI  
lezioni introduttive sulla solitudine
Con              Mariagiulia Colace, Francesco Aiello, Emilia Brandi

Silvia studia, sa studiare, ha un suo metodo infallibile, ha le cuffie antirumore per non distrarsi. Silvia è attrezzata. Deve laurearsi, non può perdere tempo. Le mancano pochi esami, più o meno. Deve farcela. Ma passano i mesi, le sessioni, e un malessere non più gestibile la agita. Ma non è sola. Ci sono i genitori. I genitori la osservano preoccupati. Accudenti. Colpevolizzanti. Onnipresenti. Giustificatori. Disarmati.