Masterclass con Nova Melancholia

26/09 - 30/09

IMMAGINA UN PAESAGGIO EROICO
Masterclass tenuta da NOVA MELANCHOLIA
www.novamelancholia.gr/en

La masterclass è organizzata da Fivizzano27 in collaborazione con Queer Infection Lab 2018 by GendErotica.

Rivolto ad: attori, performer, visual artist
dal 26-30 settembre
max 12 partecipanti
orario 10:00-18:00
per iscriversi mandare foto e cv entro e non oltre il 10 settembre alla mail: fivizzano27@gmail.com
oggetto: NovaMelancholia Nome+Cognome
(Le risposte saranno comunicate entro il 12 settembre.)

Nova Melancholia, compagnia greca operante ad Atene, sarà a Roma per la prima volta, ospite di Fivizzano27, per una residenza artistica e creativa atta a sviluppare il loro prossimo lavoro, la cui restituzione pubblica si terrà dal 25 al 29 ottobre.

La compagnia, il regista Vassilis Noulas, lo scenografo Costas Tzimoulis e l’attrice Alexia Sarantopoulou, terranno una masterclass nei giorni precedenti la residenza per approfondire dialoghi possibili con performer, attori e visual artists, sui temi fondanti della loro riflessione.

LA MASTERCLASS
Nel 2019 ricorreranno i cent’anni dall’assassinio della rivoluzionaria marxista Rosa Luxemburg da parte delle milizie Freikorps (Corpi Franchi) della destra di Berlino del 1919. Luxemburg in una delle sue lettere inviate dalla prigione a Sonia Liebknecht scrive “Immagina un paesaggio eroico” ed è intorno a questa frase che nascono domande come:
Cos’è un paesaggio eroico?
Cos’è l’utopia?
Cos’è l’eroismo?
Come posso immaginare un paesaggio?
In che modo corrispondono la domanda di giustizia, umanità, socialismo e l’estrema disuguaglianza e brutalità della natura?

“Cercheremo di lavorare con materiali semplici, come i nostri corpi e le nostre voci; ispirandoci alle forme estetiche delle avanguardie russe dei primi anni rivoluzionari e la kinesiologia e i balletti meccanici di Oskar Schlemmer della Bauhaus.”

Nova Melancholia struttura il suo lavoro su narrazioni non lineari e drammaturgie aperte, usando il montaggio come metodo per creare immagini e azioni in apparenza non collegate tra loro al fine di creare un paesaggio multi-prospettico. Il risultato è un ibrido che oscilla tra le arti visive, la performance e le performance lectures. Le loro strategie estetiche spesso includono elementi camp e/o queer. Nova Melancholia usa spesso poesie, saggi e testi non teatrali come materiali per il proprio lavoro. Il loro lavoro ha l’ambizione di collocarsi all’interno del discorso contemporaneo politico e del rapporto tra questo e il prodotto d’arte, in un ragionamento che include l’etica del lavoro artistico.

Bios
Vassilis Noulas è un regista teatrale e artista visivo con sede ad Atene. È membro fondatore del collettivo performativo Nova Melancholía attivo dal 2007. Il collettivo indaga una mappatura non sistematica di varie estetiche, strategie e testi che hanno contribuito alla configurazione della malinconia di oggi. Progetti recenti in teatro / spettacolo: Spleen (poesie di Ch. Baudelaire, Athens & Bremen “New Greek Wave Festival” 2018), Ectoplasms (poesie di M. Sahtouris, Leipzig & Dresden “Off Europa Festival” 2017), Maritime Hot Baths (Athens Festival 2017), Anestis Logothetis – Expansion (National Opera of Greece 2017), The Dead Man (testo di G. Bataille, Onassis Cultural Center – Athens 2016).

Kostas Tzimoulis [Salonicco, 1974] è un artista visivo. Ha studiato alla Scuola delle Belle Arti di Atene [Prof. G. Lappas] e ha proseguito gli studi post-laurea presso la Westminster University di Londra e l’Dutch Art Institute di Arnhem. Ha presentato quattro mostre personali: Recycled Spaces al Pancevo Cultural Center, Belgrado nel 2007, Passaggi inutili al Galleria Artis Causa, Salonicco nel 2008, Yucca all’occupazione del Green Park, Atene, nel 2015 e No Armature nello spazio artistico Asklipiou 99, Atene nel 2018. Collabora con Vassilis Noulas al loro progetto comune VASKOS; insieme hanno presentato due mostre: VASKOS nello spazio artistico del Bangladesh, Atene nel 2016 e Ivory Towers a Asklipiou 99, nel 2017. È membro del gruppo di performance di Nova Melancholia. Ha co-avviato diversi collettivi esperimenti negli ultimi anni tra cui: Green Park 2015-2017, DIY Performance Biennale 2016.

Alexia Sarantopoulou è nata ad Atene. E’ Laureata in Sociologia all’università Panteion di Atene, ha studiato danza al Laban Center di Londra e ha conseguito un master in Teoria dell’Architettura al Politecnico di Atene. Inizia a lavorare come attrice nel 2010 con la compagnia italiana Motus (Alexis; Raffiche; Uber-Raffiche). E’ membro della compagnia Nova Melancholia dal 2014 (The dead man; The age of innocece; Maritime hot baths; Spleen). Vive e lavora tra Atene e l’Italia.